CFIADVISOR---LOGO
bianco

MENU

MENU

CONTATTI

CONTATTI

FOCUS

CFI Advisors è una società di consulenza aziendale specializzata in corporate finance con sede a Pescara. Grazie a partnership consolidate con professionisti di altre regioni d'Italia, saremo in grado di assistere la tua azienda anche a chilometri di distanza.

nastuh-abootalebi-yWwob8kwOCk-unsplash

CFI Advisors è una società di consulenza aziendale specializzata in corporate finance con sede a Pescara. Grazie a partnership consolidate con professionisti di altre regioni d'Italia, saremo in grado di assistere la tua azienda anche a chilometri di distanza.

Indirizzo: Via Orazio, 152 - 65128 Pescara
Partita I.V.A.: 01818630681
Telefono: (+39) 085 9562269
pec: cfiadvisors@pec.it
email: segreteria@cfiadvisors.it

Indirizzo: Via Orazio, 152 - 65128 Pescara
Partita I.V.A.: 01818630681
Telefono: (+39) 085 9562269
pec: cfiadvisors@pec.it
email: segreteria@cfiadvisors.it

C F I  A D V I S O R S

N E W S 


linkedin

linkedin

www.cfiadvisors.it - All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience 

www.cfiadvisors.it - All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience 

Invitalia finanzia la tua impresa a tasso agevolato

2021-01-14 15:33

Massimiliano Palumbaro

Finanza ordinaria, pmi, finanziamento, Bond, Obbligazione, Tasso agevolato, capitale, aumento, Invitalia,

Invitalia finanzia la tua impresa a tasso agevolato

Prorogata sino al 30 giugno 2021 l'agevolazione finanziaria

La nuova legge di bilancio emanata lo scorso dicembre (Legge n. 178 del 30 dicembre 2020) proroga al 30 giugno 2021 la possibilità di effettuare un aumento di capitale a pagamento cui poter affiancare l’emissione di un prestito obbligazionario a tasso agevolato che verrà sottoscritto per intero da Invitalia senza necessità di analizzare il merito creditizio dell’emittente.

Requisiti

​Questi i requisiti necessari per accedere alla misura:

  • società di capitali
  • ricavi da bilancio 2019 compresi tra 10 e 50 milioni di euro
  • numero dipendenti al 31.12.2019 inferiore a 250;
  • che, a causa dell’emergenza Covid-19, abbiano subito nei mesi di marzo e aprile 2020, una riduzione complessiva dei ricavi, rispetto allo stesso periodo 2019, non inferiore al 33%;
  • che abbiano effettuato entro il 30 giugno 2021, un aumento di capitale pari ad almeno 250.000 euro successivamente al 19 maggio 2020;
  • non risultare, al 31 dicembre 2019, impresa in difficoltà ai sensi della normativa comunitaria.

Caratteristiche del titolo di debito 

​Di seguito si riportano le caratteristiche dell’emissione obbligazionaria:

  • L’importo massimo dell’emissione non potrà superare il minore tra il 12,5% dei ricavi 2019 e 3 volte l’ammontare dell’aumento di capitale.

ESEMPIO

Se l’aumento di capitale è pari a 250 mila euro ed i ricavi sono pari a 15 milioni di euro, l’importo massimo dell’emissione obbligazionaria può essere 750 mila euro ovvero: min(250.000 x 3; 1.500.000 x 0,125). In questo caso l’azienda potrà godere di nuova liquidità totale per 1 milione di euro derivanti da 250 di apporto di capitale e 750 di emissione bond.


  • le emissioni possono superare il doppio del capitale sociale, della riserva legale e delle riserve disponibili risultanti dall'ultimo bilancio approvato, in deroga all’articolo 2412 del codice civile;
  • il rimborso avviene al termine del sesto anno dalla sottoscrizione (è prevista la possibilità di un rimborso anticipato anche parziale
  • dopo il terzo anno dalla sottoscrizione);
  • il valore nominale del singolo titolo non può essere inferiore a 10 mila euro;
  • il tasso agevolato è 1,75% per il primo anno, 2% per il secondo e terzo anno e 2,50% per i restanti tre anni. Si tratta di un tasso nominale annuale (base 365 giorni);
  • gli interessi maturano e sono corrisposti con periodicità annuale. Gli interessi, tuttavia, su richiesta specifica, possono essere capitalizzati e corrisposti in un’unica soluzione alla scadenza;
  • I titoli sono subordinati, ossia in caso di fallimento o procedura concorsuale i crediti del Fondo Patrimonio PMI sono soddisfatti dopo i crediti chirografari;
  • Il finanziamento ricevuto deve essere destinato a costi del personale, investimenti o capitale circolante impiegati in stabilimenti produttivi e attività imprenditoriali che siano localizzati in Italia. Le somme ottenute tramite detta misura non possono essere utilizzare per il pagamento di debiti pregressi.

 

E’ bene sottolineare che Se le società hanno ottenuto ulteriori aiuti in termini di garanzie o di tassi di interesse nell’ambito del regime Temporary Framework, la somma degli importi garantiti, dei prestiti agevolati e dell’ammontare degli strumenti finanziari sottoscritti non potrà superare il maggior valore tra:

  • il 25% del fatturato 2019
  • il doppio dei costi del personale del 2019 (da bilancio o da dati certificati in caso di bilancio non ancora approvato)
  • il fabbisogno di liquidità della società per i diciotto mesi successivi alla concessione dell’aiuto

Premialità 

È prevista una premialità se la società raggiunge uno o più dei seguenti obiettivi:

  • mantenimento dell’occupazione (al 31 dicembre 2019) presso stabilimenti produttivi italiani fino al rimborso del finanziamento;
  • investimenti per la tutela ambientale (riduzione consumi, emissioni o riqualificazione energetica di edifici) per un importo non inferiore al 30% del valore dei titoli sottoscritti ed effettuati entro la data di rimborso;
  • investimenti in tecnologie abilitanti dell’industria 4.0 per un importo non inferiore al 30% del valore dei titoli sottoscritti ed effettuati entro la data di rimborso.

Per ognuno degli obiettivi raggiunti viene riconosciuta una riduzione del 5% del valore di rimborso. L’aiuto corrispondente sarà concesso in regime de minimis.

Obblighi dell'emittente

  • Non deliberare o effettuare, dalla data di presentazione della domanda e fino all'integrale rimborso degli strumenti finanziari, distribuzioni di riserve e acquisti di azioni proprie o quote e di non procedere al rimborso di finanziamenti dei soci, nonché al rimborso anticipato dei debiti aventi lo stesso grado di subordinazione degli strumenti finanziari oppure a modifiche della clausola di subordinazione dei debiti aventi lo stesso grado di subordinazione degli strumenti finanziari;
  • accreditare l’importo della sottoscrizione degli Strumenti in un conto corrente dedicato su cui potranno transitare esclusivamente i flussi monetari relativi al prestito;
  • fornire ogni tre mesi un rendiconto periodico per attestare il rispetto delle condizioni e dei termini del finanziamento e il mantenimento degli impegni assunti.

COME POSSIAMO ESSERTI UTILE

Se stai pensando che questa misura può essere utile per la tua impresa, CFI Advisors ti aiuterà ad effettuare tutte le valutazioni e gli approfondimenti necessari, oltre a darti assistenza nelle varie fasi della procedura sino alla sua completa definizione.

wqr

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le novità di CFI Advisors

Come creare un sito web con Flazio