CFIADVISOR---LOGO
bianco

MENU

MENU

CONTATTI

CONTATTI

FOCUS

CFI Advisors è una società di consulenza aziendale specializzata in corporate finance con sede a Pescara. Grazie a partnership consolidate con professionisti di altre regioni d'Italia, saremo in grado di assistere la tua azienda anche a chilometri di distanza.

nastuh-abootalebi-yWwob8kwOCk-unsplash

CFI Advisors è una società di consulenza aziendale specializzata in corporate finance con sede a Pescara. Grazie a partnership consolidate con professionisti di altre regioni d'Italia, saremo in grado di assistere la tua azienda anche a chilometri di distanza.

Indirizzo: Via Orazio, 152 - 65128 Pescara
Partita I.V.A.: 01818630681
Telefono: (+39) 085 8625178
pec: cfiadvisors@pec.it
email: segreteria@cfiadvisors.it

Indirizzo: Via Orazio, 152 - 65128 Pescara
Partita I.V.A.: 01818630681
Telefono: (+39) 085 8625178
pec: cfiadvisors@pec.it
email: segreteria@cfiadvisors.it

C F I  A D V I S O R S

N E W S 


linkedin

linkedin

www.cfiadvisors.it - All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience 

www.cfiadvisors.it - All Right Reserved 2020 | Sito web realizzato da Flazio Experience 

Report RAME - 23 marzo 2020

2020-03-23 19:34

Massimiliano Palumbaro

Gestione dei rischi finanziari, Rischio prezzi, rame, commodities, prezzo,

Report RAME - 23 marzo 2020

Il reprt contiene un'analisi del prezzo del rame quotato sul CME ed una sua potenziale evoluzione

Il prezzo del rame, anche a causa dell’epidemia da Coronavirus, ha toccato i minimi nel corso del mese di marzo 2020 riportando le quotazioni ai livelli di ottobre 2017. Tuttavia, il trend ribassista sembra stia perdendo forza e sarà difficile assistere nel breve a nuovi, forti discese di prezzo.

copprice-1585333118.png

Posto quanto sopra è tuttavia doveroso aggiungere che l’attuale volatilità dei prezzi sul CME (Chicago Mercantile Exchange) ha raggiunto un livello massimo da un anno a questa parte: 36,56%

volacop-1585333224.png

L’alta volatilità implica un elevato rischio di poter osservare a forti oscillazioni dei prezzi sui mercati di borsa.

Domanda e Offerta

Analizzando i dati indicati negli ultimi COT (Commitments of Traders pubblicati dalla Commodity Futures Trading Commission) si evidenzia che gli operatori commerciali, ovvero tutti coloro che operano con la merce fisica (produttori, trasformatori, grossisti, utilizzatori), stanno continuando ad acquistare scorte approfittando dei prezzi bassi, ma tale tendenza inizia a scemare, evidenziando, come già visto sopra, una perdita di forza delle spinte ribassiste dei prezzi.

hg20200317-1585333929.png

Detta tendenza è confermata anche da una riduzione di posizioni al ribasso detenute dai grandi speculatori (es. fondi di investimento) che in genere tendono a seguire il trend dei prezzi. Una riduzione delle posizioni a ribasso, così come sta avvenendo, segnala un rallentamento/termine del trend discendente.

Tuttavia, la riduzione delle spinte al ribasso non va confusa con l’inizio di un trend rialzista, posto l’andamento della curva forward di seguito indicata che evidenzia il valore dei contratti future quotati sul CME alle varie scadenze.

L’andamento dapprima piatto e poi crescente indica una situazione di inziale equilibrio tra domanda ed offerta, per poi seguire una condizione di sovrabbondanza di offerta rispetto alla domanda, per cui chi produce rame è disposto a venderlo ad un prezzo minore per consegne immediate rispetto alle consegne future, dovendo aumentare il prezzo delle consegne a termine dei costi di immagazzinamento, mantenimento, assicurazione oltre che finanziari.

forwardcop-1585333974.png

L’andamento della curva forward lascia propendere per un difficile aumento dei prezzi nel breve termine posto che anche le scorte attualmente in essere (fonte International Copper Study Group – www.icgs.org) sono in crescita da ormai dieci anni a questa parte e la maggiore quantità è in mano ai produttori, i quali hanno la possibilità di far fronte prontamente ad eventuali repentini aumenti della richiesta.

Strategie di copertura per aziende acquirenti rame

Quantità da coprire

 

Dato l’attuale livello di volatilità del prezzo, può essere utile coprire una percentuale dal 50% al 75% degli acquisti pianificati nei prossimi due/tre mesi.

 

Copertura diretta con i fornitori

 

Ove possibile può risultare utile anticipare gli acquisti approfittando dei prezzi bassi, ovvero fissare oggi il prezzo delle prossime forniture contrattando una consegna dilazionata nel tempo.

 

Copertura con strumenti finanziari

 

Strategia alternativa per fissare oggi i prezzi d’acquisto è dato dall’uso di contratti futures ovvero opzioni di tipo call che proteggono contro un aumento dei prezzi della materia prima (assumendo quindi posizioni long).


Se ti interessa approfondire l'argomento, clicca sul pulsante che trovi di seguito ed inviaci la tua richiesta.

I nostri professionisti ti contatteranno al più presto.

wqr

NEWSLETTER

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Rimani aggiornato su tutte le novità di CFI Advisors

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder